Formula 1 Sky

Chi ride e chi piange dopo i risultati del GP di Spagna di Formula 1

I risultati del GP di Spagna di Formula 1 sorridono senza dubbio ad Hamilton, capace di vincere una gara su un circuito che alla vigilia si pensava potesse essere più adatto alla Ferrari, ma gli uomini di Maranello tornano comunque a casa con la consapevolezza, sempre più granitica, di poter finalmente disputare una stagione da protagonisti.

Hamilton ruggisce in Spagna

Senza dubbio il dato più eclatante dei risultati del GP di Spagna di Formula 1 è la vittoria di Lewis Hamilton, che in un colpo solo ha ridotto lo svantaggio da Vettel a sei lunghezze e complice il ritiro di Bottas ha ristabilito subito le gerarchie in Mercedes. Il pilota britannico aveva bisogno di un weekend simile, ovvero con pole, vittoria e giro veloce, per tornare prepotentemente al centro della scena. La gara sul circuito spagnolo ha confermato due aspetti: le sue grandi doti da combattente e il fatto che quando è concentrato al 100% diventa quasi imbattibile.

Vettel può comunque essere soddisfatto

L’espressione del pilota tedesco della Ferrari alla fine del GP di Spagna di Formula 1, al momento della premiazione sul podio, era abbastanza eloquente.

Tuttavia la delusione dovrebbe lasciare spazio ad una analisi razionale dei risultati ottenuti fino a questo momento dalla Ferrari e a quello di oggi. Il secondo posto non è assolutamente da disprezzare e ha confermato come la Rossa sia ormai ai livelli della Mercedes, costringendola a sudarsi ogni vittoria.

Certamente bisognerà tornare a vincere fin dalla prossima gara, ma la sensazione è che quest’anno lo sviluppo della macchina andrà avanti con costanza e Maranello sarà capace di lottare fino all’ultimo gran premio.

Una giornata “no” per le seconde guide di Mercedes e Ferrari

Chi non può certamente essere contento dei risultati ottenuti nel GP di Spagna di Formula 1 sono i compagni di squadra di Lewis Hamilton e di Sebastian Vettel. Cominciando proprio da quello di quest’ultimo, ovvero Kimi Raikkonen, va detto che il ferrarista non ha potuto nemmeno provare a dire la propria in questa gara, visto che è stato messo fuori gioco alla partenza da un errore di Bottas e ha non solo compromesso la sua gara, ma anche quella di Verstappen.

Bottas ha invece dovuto alzare bandiera bianca a 3/4 di gara per un problema meccanico e questo farà ovviamente scattare l’allarme rosso in casa Mercedes, visto che l’affidabilità risulterà importantissima nella lotta per la vittoria finale in questa appassionante stagione.

Tuttavia il compagno di Hamilton può almeno essere soddisfatto per l’apporto dato alla causa della squadra, perchè nel corso della gara si è trovato a fare da “tappo” a Vettel, consentendo ad Hamilton di consolidare il proprio vantaggio.

Gli altri verdetti emersi dal GP di Spagna di Formula 1

Guardando i risultati del GP di Spagna di Formula 1 emergono altri due dati che non possono che risultare negativi per chiunque ami questo sport. Il primo è il fatto che il terzo classificato di questa gara, ovvero Riciardo, sia stato l’unico dei non doppiati, arrivando però con oltre 1 minuto di ritardo rispetto ad Hamilton e Vettel, mentre l’altro dato non positivo è l’ennesima anonima gara di Fernando Alonso, mai in grado di combattere per un piazzamento tra i primi dieci: per il pilota spagnolo è davvero un triste finale di carriera.

Fonte: Formula 1 Sky

ritiro-mobili-usati

A chi rivolgersi per un ritiro mobili usati?

Quando si decide di cambiare arredamento per rinnovare lo stile della propria casa una delle operazioni più complesse è il ritiro dei mobili usati. Alcune società di arredamento si possono accollare l’onere di prelevare e smaltire il vecchio mobilio dietro compenso, ma spesso sono care ed inaffidabili. In questo articolo vi daremo qualche suggerimento su come scegliere ditte private che possono compiere la medesima operazione a costi più contenuti.

Internet è indubbiamente una fonte inestimabile di informazioni per scegliere una ditta che faccia anche ritiro di mobili usati e noi oggi abbiamo scelto di proporvene una specifica che è riuscita a rispettare tutti i criteri da noi ritenuti fondamentali. Stiamo parlando di Sgomberi e Traslochi Torino, gestita dal grande Valentino, che insieme al suo team è in grado di liberare la tua casa in poche ore dal vecchio mobilio senza fare danni e lasciando tutto come l’hanno trovato.

Si tratta di un gruppo affiatato che collabora da ormai oltre 10 anni e che ha già soddisfatto moltissimi clienti (è possibile controllare i feedback direttamente sul sito internet aziendale), per questo motivo ha catturato la nostra curiosità. Dopo attente ricerche abbiamo scoperto come lavorano e possiamo dire che quello che abbiamo visto ci è piaciuto molto. Il valore della trasparenza verso il cliente è qualcosa che ormai si vede di rado ma che qui fortunatamente è presente anche per un semplice ritiro di mobili usati.

Se anche voi dunque siete alla ricerca di qualcuno che si occupi di ritiro mobili usati e di altre cose relativi ai traslochi, il nostro consiglio è di visitare il sito internet al link che trovate in questo articolo e di parlare direttamente col proprietario. Siamo certi che non rimarrete delusi.

seggiolone-stokke

Il seggiolone Stokke per la sicurezza del tuo bambino

L’ausilio a cui nessun genitore al mondo potrebbe mai rinunciare è il seggiolone. Chiedete a chiunque abbia dei figli e noterete che la risposta sarà sempre la medesima. Questo perché un seggiolone ben costruito non svolge solo la semplice funzione di “sedia” per il bambino durante la pappa, ma può essere estremamente versatile e, con i modelli migliori, può addirittura seguire tutte le varie fasi della crescita. Un esempio lampante di ciò è il seggiolone Stokke.

La peculiarità dei seggioloni di questa marca molto conosciuta ed apprezzata in tutto il mondo, è la tecnologia Steps, un brevetto che consente al seggiolone Stokke di evolversi letteralmente insieme alla crescita del bambino. Il sostegno ergonomico infatti può supportare una piccola sdraietta per i neonati (una sorta di culla portatile per intenderci), un seggiolino classico, una sedia rialzata per i bambini più grandicelli, fino a diventare una sedia vera e propria a dimensioni di adulto.

Impressionante vero? Ben 4 ausili in un unico grande seggiolone resistente ed affidabile. Ma oltre a questa grande versatilità il seggiolone Stokke può vantare anche una grande gamma di accessori extra che si possono acquistare separatamente come vassoi, supporti per giocattoli, diversi tipi di imbottitura per il sedile, cuscini, seggiolini estraibili e molto altro.

Cominciate a comprendere ora perché il Seggiolone Stokke è così gettonato dalle mamme e i papà di tutto il mondo? Il prezzo, in rapporto alla qualità offerta, è assolutamente conveniente soprattutto se pensate che non state acquistando un ausilio che sfrutterete si e no per i primi 4 anni del vostro bimbo, ma praticamente per tutta la vita.

fan italiani di Shameless

Shameless: i motivi di un successo e perchè bisognerebbe vederla

Manca poco perchè anche i fan italiani di Shameless possano finalmente gustarsi la settima stagione di questa controversa e originale serie tv: da gennaio 2017 infatti arriverà in prima visione anche in Italia e sicuramente saranno tante le sorprese che attendono i fan di questa serie, che è definibile senza paura di essere smentiti come un vero e proprio cult. Continua a leggere

bonifiche-ambientali

Ricerca e bonifica microspie: come si svolge

Il mercato delle microspie ambientali è in netta crescita. La sensazione di essere ascoltati e spiati aumenta a dismisura, sia in ambito professionale che privato. Ci sono molte ragioni che possono portare al dubbio circa la presenza o meno di microspie audio ambientali.

Spesso accade nello spionaggio industriale, durante dispute legali particolarmente accese o perché si occupa un posizione lavorativa delicata e di rilievo. Economicamente impegnativo fino a qualche anno fa, oggi l’acquisto di una microspia è semplice e accessibile.

Continua a leggere

dove acquistare la camicia della fortuna per fare un regalo

Tradizione della camicina della fortuna

Una delle più belle tradizioni italiane è la camicia della fortuna.

La camicina è una piccola casacca in cotone o seta che viene regalata alla mamma del nascituro dal terzo mese di gravidanza in poi.

 

La tradizione della camicina della fortuna

L’origine di questa dolce usanza va trovata andando indietro nel tempo quando, in un’Italia povera e rurale, si sentiva la necessità di donare al neonato un abitino realizzato in tessuti morbidi.

Gli abiti del tempo, infatti, erano tutti cuciti con stoffe grezze.

Da quest’usanza è nata poi la credenza che questa casacchina donasse fortuna.

Questa tradizione è arrivata intatta ai giorni nostri e le mamme in attesa sono felici quando ricevono in dono questo delicato pensiero.

 

Chi regala la camicina della fortuna

La camicina della fortuna viene regalata alla madre da una persona di famiglia molto cara alla puerpera.

Quasi sempre a regalare l’abitino è la madre o la sorella della mamma in attesa.

Ma ci sono anche versioni dissonanti di questa tradizione che sostengono che a regalare la camicina non deve essere un familiare, ma solo una persona vicina alla madre, ad esempio un’amica.

 

Quando si indossa e come si conserva

La camicina della fortuna va indossata nelle prime ore dopo il parto e va conservata senza lavarla.

E’ un ricordo importante che va conservato fino a quando il bimbo diventa adulto e sarà lui o lei a custodire questo prezioso ricordo del momento della nascita.

 

Il colore della camicia della fortuna

La camicina della fortuna per rispettare la tradizione deve essere bianca o rossa.

Sono i colori che più di altri portano fortuna.

Ma ovviamente in commercio esistono camicine della fortuna di tutti i colori.

 

Di madre in figlia per generazioni

Una nuova e simpatica tradizione nella tradizione è nata negli ultimi decenni ed è quella di fare indossare al proprio figlio o figlia la camicina della fortuna indossata il giorno della propria nascita.

Un modo ancora più incisivo di rendere magico il momento dell’arrivo di un figlio.

 

Dove acquistare la camicina della fortuna

La camicina della fortuna è facilmente reperibile in qualsiasi negozio dedicato all’infanzia ed al periodo prenatale.

Anche online sono presenti numerosi siti di e-commerce che vendono camicine della fortuna a prezzi convenienti.

Inutile dire che se la camicina viene confezionata direttamente dalla persona che la dona, magari impreziosita da un ricamo, il suo valore simbolico aumenta di molto.

In rete è possibile trovare dei cartamodelli gratuiti da stampare per cucire da soli una camicina della fortuna.

 

Altre tradizioni legate alla nascita

Le trazioni legate al momento della nascita sono molte e spesso distinte secondo le varie aree geografiche.

Una delle tradizioni più diffuse in tutt’Italia ma anche all’estero, è quella di porre un fiocco rosa o azzurro al portone di casa per annunciare l’arrivo di una bimba od un bimbo.

Il fiocco serve a rendere pubblico l’arrivo del bebè ma è anche propiziatorio di buona fortuna.

Altra tradizione legata alla nascita è quella del primo bagnetto della fortuna che si esplica nel mettere una moneta d’oro nell’acqua del bagnetto per augurare una vita fortunata e felice al neonato.